2010/02 Firenze: Palazzo Strozzi

De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus - Uno sguardo nell’invisibile

Alla fine dello scorso febbraio 2010 si è inaugurata a Firenze a Palazzo Strozzi la mostra De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus – Uno sguardo nell’invisibile, a cura di Paolo Baldacci, Guido Magnaguagno e Gerd Roos (aperta fino al 18 luglio 2010). La mostra, che è stata realizzata in collaborazione con l’ Archivio dell’Arte Metafisica, comprende oltre 100 opere in uno splendido allestimento nella cornice rinascimentale di Palazzo Strozzi e sviluppa il tema della rivoluzione portata nel XX secolo dall’arte di de Chirico spiegando, anche con un chiaro e accessibile apparato didascalico, l’influenza che essa ebbe sui maggiori artisti e sulle correnti pittoriche del novecento. Gli artisti esposti, oltre a quelli indicati nel titolo, sono Carrà, Morandi, Savinio, Stoecklin, Roy e Nathan, tutti scelti entro un arco cronologico corrispondente alla loro massima qualità e creatività. Tra le molte recensioni uscite si segnala un’ intera pagina dedicata dalla Neue Zürcher Zeitung di lunedì 26 aprile (p. 31) a un commento molto positivo dell’esposizione (Gabriele Detterer, Superflow in Florenz).

 

Clicca qui per vedere la versione della  NZZ-online:
http://www.nzz.ch/nachrichten/kultur/kunst_architektur/superflow_in_florenz_1.5556321.html

 

L’esposizione è accompagnata da un catalogo illustrato (pp. 253), edizioni Mandragora Firenze, con saggi di P. Baldacci, M- C. Bandera, N. Cardano, T. Garst, U. Gerster, R. Kopp, G. Magnaguagno, F. Matitti, J. Pech, G. Roos, F. Rovati, W. Schmied, D, Schwarz. Per gentile concessione  delle edizioni Mandragora rendiamo disponibili on line i due contributi di Gerd Roos e Paolo Baldacci che riteniamo utili per fare chiarezza su problemi e argomenti recentemente molto discussi.



:: Intervento di Gerd Roos >>
:: Intervento di Paolo Baldacci >>