Paolo Baldacci. L’ULTIMO NUMERO DI METAFISICA E IL “CASO PICOZZA”

L’ultimo numero (triplo) della rivista METAFISICA (2013, nn. 11/13, uscito a fine maggio 2014) dà l’impressione che questo periodico e la Fondazione di cui esso è organo traggano la loro ragion d’essere solo dal fatto che esiste l’Archivio dell’Arte Metafisica.
É infatti innegabile che fin dal primo volume quasi tutti gli scritti contenuti nella rivista sono dedicati a combattere le nostre opinioni, oppure ad attacchi personali contro di me e contro Gerd Roos. In questa guerra, che si dipana ormai su vari fronti – luogo e data di nascita dell’arte metafisica; origini e italianità della famiglia de Chirico; anamnesi psicanalitica e inclinazioni personali dell’artista; vera storia dei falsi de Chirico e “de Chirico falsario di se stesso”; inattendibilità del Catalogo Generale e falsi di Renato Peretti; attività degli aiutanti di studio e forte probabilità che abbiano lavorato anche per la vedova dopo la morte del Maestro – in questa guerra, dicevo, dichiarataci dalla Fondazione, o meglio da Paolo Picozza che ne è il padrone assoluto da venticinque anni, vi sono due aspetti da considerare, uno negativo e l’altro positivo.

Scarica l'articolo