2010/12 – 2011/5 TRIESTE / REGGIO EMILIA: MOSTRA DE CHIRICO

Giorgio de Chirico: un maestoso silenzio, a cura di Roberto Alberton e Silvia Pegoraro, è partita dalle Scuderie del  Castello di Miramare a Trieste (dal 3 dicembre 2010 al 27 febbraio 2011) ed è poi approdata a Palazzo Magnani di Reggio Emilia (dal 5 marzo al 1 maggio 2011).
Pessima mostra, fuorviante e diseducativa, che allinea dipinti platealmente falsi (anche se inclusi nell’inattendibile Catalogo Generale del Maestro), come il cosiddetto La Passeggiata / Tempio di Apollo a Delfi 1 attribuito al 1909, o l’incredibile Archeologi (Sum sed quid sum) 2 datato 1925, a tardi rifacimenti metafisici, come La grande tour 3 o L’Enigma della partenza (della Collezione Magnani-Rocca) che da anni cercano, attraverso compiacenti mostre minori come questa, un’inutile conferma alle false date (rispettivamente 1915 e 1914) apposte dall’autore, che li dipinse tra la fine degli anni trenta (il secondo) e la fine degli anni quaranta (il primo).